RSU, CISL FP: PRIMO SINDACATO NEGLI ENTI LOCALI, PUBBLICI E SANITÀ

RSU, CISL FP: PRIMO SINDACATO NEGLI ENTI LOCALI, PUBBLICI E SANITÀ

Share

Roma, 9 Marzo 2015 – “Con oltre 9000 voti la Cisl Fp si conferma il ‘primo sindacato’ del Lazio negli Enti Locali con una percentuale di circa il 33%. Un successo che la vede protagonista, al primo posto per numero di voti, non solo nel Comune di Roma con oltre il 35% di consensi, ma anche nei capoluoghi di Rieti, Latina e Frosinone”. Così una nota del segretario generale della Cisl Fp, Roberto Chierchia.  “La Cisl Fp, inoltre, nel comparto Enti Locali – prosegue – risulta essere il primo sindacato nella Regione Lazio, nella Camera di Commercio di Roma e Rieti ed in altri 47 comuni della neo costituita Città Metropolitana di Roma Capitale tra cui spiccano tra i più grandi Velletri, Ciampino, Pomezia, Ardea, Anguillara Sabazia, Ariccia, Grottaferrata, Rocca di Papa, San Cesareo, Lariano, Sacrofano e Marino. Nella Sanità del Lazio la Cisl torna ad essere il primo sindacato con oltre 7500 consensi. Un primato che la vede vincere a Roma nell’Asl Roma A del Centro Storico con oltre il 65% dei voti, con circa il 55% nell’Asl Roma H dei Castelli Romani, all’Ifo, all’Azienda Ospedaliera S.Andrea, Policlinico Tor Vergata e all’Asl di Latina con circa il 30% delle preferenze. Grande successo anche negli Enti Pubblici non Economici nei quali si conferma la leadership della Cisl Fp con punte di grande consenso nell’Inps e nell’Inail, dove si raggiunge la percentuale del 30% e all’Aci dove si sfiora il 40%. Anche nei Ministeri la Cisl si attesta al primo posto al Ministero dell’Ambiente, al Ministero dello Sviluppo Economico, al Ministero della Salute, alla Corte dei Conti, all’Avvocatura e al Ministero dell’Interno con circa il 30% dei consensi.Un grazie a tutti i dipendenti pubblici che sono andati a votare e hanno reso possibile questo importante momento di democrazia partecipata, con un’affluenza che ha superato il 75% degli elettori. Grazie alle nuove Rsu apriremo, a partire da ogni singolo posto di lavoro, una stagione di cambiamento nella riorganizzazione dei servizi pubblici e nella valorizzazione delle 580 professioni impegnate ogni giorno al servizio delle comunità”.

Fonte: Omniroma