EDITORIA, CGIL-CISL-UIL ASR: GIUBILEO A TELECAMERE SPENTE

EDITORIA, CGIL-CISL-UIL ASR: GIUBILEO A TELECAMERE SPENTE

Share

Roma, 17 Marzo 2015 – “La nostra regione e’ pronta per il Giubileo straordinario? Le sue telecamere sicuramente no”.
Lo comunicano, in una nota, Cgil Cisl UIL e Stampa romana oggi durante una conferenza stampa presso la sede di piazza della Torretta contro la crisi dell’informazione locale, sempre più devastata da politiche editoriali spregiudicate e da un’informazione sempre meno libera e autonoma.
“E’ inutile proseguire sulla strada dei comunicati di solidarietà che le istituzioni fanno piovere in automatico nei momenti cruciali – dichiarano i segretari Claudio Di Berardino, Andrea Cuccello, Pierpaolo Bombardieri e Lazzaro Pappagallo – servono leggi, finanziamenti pubblici ad hoc e interventi privati responsabili, non coccodrilli da riesumare dai cassetti. Ci chiediamo se i rappresentanti istituzionali, in primis la Regione, possano essere contenti di non avere più giornalisti e cameraman alle loro conferenze stampa. Le emittenti locali sono sempre più alla deriva: negli ultimi quattro anni e’ andato perso almeno il 50% dei posti di lavoro e si aprono nuove procedure di licenziamento e solidarietà. Potrebbe anche andar bene l’ultima proposta di legge regionale sull’editoria, ma servono i finanziamenti. Altrimenti rischia di diventare l’ennesima scatola vuota. Il rischio è non raccogliere le opportunità anche informative che arrivano sul nostro territorio, a partire dal Giubileo di papa Francesco”.

Fonte: Omniroma