AMA, BONFIGLI (FIT CISL LAZIO): NESSUNO DEVE SVENDERE L’AZIENDA

AMA, BONFIGLI (FIT CISL LAZIO): NESSUNO DEVE SVENDERE L’AZIENDA

Share

(OMNIROMA) Roma, 10 Settembre 2015 – “Abbiamo assistito, con estremo stupore, alle ennesime dichiarazioni fuori luogo del Sindaco di Roma capitale Ignazio Marino, nel pieno del confronto tra Ama e le organizzazioni sindacali sulla riorganizzazione dei servizi territoriali incentrati sul lavoro domenicale e sull’implementazione e potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti”. Lo dichiara, in una nota, Alessandro Bonfigli, segretario della Fit Cisl Lazio.
“In concomitanza con l’affidamento del contratto di servizio ad Ama Spa e dell’evento giubilare che vedrà Roma al centro dell’attenzione mondiale, il Primo Cittadino ribadisce, con estrema convinzione, che la sua volontà è quella di voler affidare a mezzo di gara la gestione dei servizi di spazzamento e decoro di almeno due municipi, giungendo a questa conclusione dopo aver visto che la competizione avrebbe aiutato molte città come New York, Londra e Parigi, dimenticando però che la capitale francese e la metropoli americana raggiungono a fatica il 15% di raccolta differenziata, a differenza del 50% raggiunto da Ama Spa a Roma – sottolinea Bonfigli- Nessuno svenderà Ama, nessuno degraderà i diritti delle lavoratrici e lavoratori regolamentati da contratti collettivi nazionali, nessuno porrà la parola fine attraverso diktat al confronto e alla contrattazione con le parti sociali, che hanno portato al conseguimento di importanti risultati di Ama e al progetto ambizioso di rilancio e sviluppo di Ama Spa”.
“Saremo come sempre a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori -prosegue Bonfigli – senza dimenticare che solo un Azienda pubblica, riorganizzata e rilanciata, può garantire ai cittadini romani, unici veri proprietari e clienti, un servizio più efficiente anche a fronte di una tariffa economicamente meno onerosa. Per questi motivi e alla luce della sospensione delle relazioni industriali con Ama – conclude la Fit Cisl Lazio – l’appuntamento unitario di presidio per le lavoratrici e lavoratori è il 14 settembre 2015 alle ore 14.30 a piazza del Campidoglio”.

Scarica Repubblica, Cronaca di Roma, dell’11 Settembre 2015, con le dichiarazioni del segretario della FIT CISL Lazio, Alessandro Bonfigli, su AMA