GIORNALISTI, CGIL CISL E UIL: SOLIDARIETÀ A DANIELE CAMILLI

Share

(OMNIROMA) Roma, 10 Settembre 2015 – “La libertà di informazione, oltre ad essere sancita dalla nostra Costituzione, è’ un diritto inalienabile che nessuno può permettersi di mettere in discussione o addirittura di manipolare a proprio piacimento o convenienza. Libertà inconfutabili che le istituzioni devono tutelare sempre e comunque. Come sindacato, siamo a favore di un pluralismo d’informazione che nella nostra Regione è andato scemando negli ultimissimi anni tra l’indifferenza degli organi istituzionali, sempre disponibili a parole, ma non nelle azioni. Il pluralismo è un elemento fondamentale e intrinseco della stessa libertà e come tale necessario. Le testate locali sono espressione diretta del territorio e la minaccia inviata a Tusciaweb ne è in qualche modo una drammatica conferma. Le forze dell’ordine faranno il loro lavoro. Intanto, invitiamo ancora una volta la Regione Lazio ad attivarsi fattivamente a favore di quel pluralismo comunicativo che è anche sinonimo di ampiezza di vedute e di tutela non solo verso i giornalisti, i grafici che vi lavorano, ma anche verso il territorio stesso. Anche per questo, ribadiamo la nostra vicinanza e profonda solidarietà a Daniele e all’intera redazione della testata online”. Così in una nota Cgil Cisl e Uil di Roma e del Lazio e i rispettivi uffici stampa.