ASSEMBLEA ORGANIZZATIVA DELLA CISL DEL LAZIO: DELEGATI, OPERATORI, GIOVANI TRE”PLAYERS”DELLA CISL DI DOMANI

Share

Roma – 6 ottobre 2015 . E’ nell’Aula Magna di un Istituto tecnico industriale, a Roma, che si tiene l’Assemblea organizzativa della Usr Lazio e non è una scelta casuale. Perché la strada del futuro, secondo la Cisl laziale, deve percorrere e ritrovare i luoghi dell’associazionismo, le scuole, le parrocchie, lì dove si creano le relazioni tra e con le persone. Nel territorio e nei luoghi di lavoro, dunque, dove i ‘player’, i protagonisti, sono i delegati e gli operatori dei servizi: a loro il compito di portare fuori il ‘brand’ Cisl tra i lavoratori e la gente, un ‘brand’ che significa una storia gloriosa e un profondo valore etico e sociale. Cavalcare il futuro senza farsi travolgere non è però cosa di poco conto: è una grande scommessa, e quindi il futuro sta nell’ampliamento del consenso e della rappresentanza. Ecco perché, secondo la Usr Lazio, bisognerà lavorare sia sulla formazione dei delegati che quella degli operatori dei servizi affinché conoscano l’uno le potenzialità dell’altro, mettendo in essere nuove sinergie per servizi integrati. Terzo ‘player’ del sindacato, insieme a delegati e operatori, dovranno essere anche i giovani perché la Cisl del futuro ha bisogno di ‘gambe’ lunghe e forti per affrontare le sfide di domani.

Di Floriana Isi