Riforme la Cisl si confronta: “serve stabilità per far ripartire l’economia”

Share

11 Luglio 2016 -“Instabilità e confusione non servono, abbiamo bisogno di assetti istituzionali e tempi legislativi che diano certezza allo sviluppo del paese” ha dichiarato la Segretaria generale della Cisl, Anna Maria Furlan, a margine della tavola Rotonda  ‘Le riforme costituzionali per la democrazia, la crescita e lo sviluppo del Paese’ organizzata dalla Cisl per discutere di quanto anche le riforme costituzionali possano incidere sull’andamento dell’economia del Paese. “In questo momento – ribadisce Furlan – abbiamo bisogno di stabilità per far ripartire l’economia.  Siamo in un momento particolare che deve essere di svolta in Europa e per il nostro Paese – ha spiegato commentando le dichiarazioni di Confindustria secondo cui il voto negativo al referendum costituzionale porterebbe alla recessione. “Per questo servono interventi mirati agli investimenti, al lavoro e concentrati sull’economia reale”.  Per Furlan “non c’è dubbio che l’instabilità porterebbe a danni, ma è anche vero che la stabilità da sola non basta, deve essere mirata alla politica economica che deve essere impostata a investimenti e crescita”. Tra i partecipanti all’iniziativa svoltasi presso l’ Hotel Radisson Blu di Roma, oltre al Segretario confederale Maurizio Petriccioli che ha aperto i lavori, il Vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli, Lega Nord, che ha sostenuto le ragioni del No al referendum di autunno e Debora Serracchiani, vicesegretario Pd, che spiegato invece le ragioni del Sì. Intervenuta anche la Miniistra per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi. Ha chiuso i lavori la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan. Moderatore del dibattito il giornalista del Tg 5, Giuseppe De Filippi. “Tutti noi siamo coscienti del grande valore della nostra carta costituzione, ma non è un testo sacro e inviolabile” ha sottolineato Maurizio Petriccioli, segretario confederale della Cisl, aprendo i lavori del convegno. “La Cisl ha organizzato questo dibattito per contrastare la superficialità che assegnerebbe un atteggiamento disinteressato e passivo da parte dei cittadini”, ha aggiunto Petriccioli ricordando come la Cisl abbia sempre seguito queste tematiche “con la convinzione che istituzioni efficienti siano la condizione necessaria per creare crescita e sviluppo. Auspichiamo che questa riforma possa portare miglioramenti ma il dibattito  – osserva Petriccioli – sta scadendo in una strumentalizzazione politica, per questo siamo molto preoccupati”.

Guarda il video, con l’intervento sulle riforme costituzionali, del Segretario Generale della CISL, Annamaria Furlan, sul canale youtube della CISL di Roma Capitale Rieti