Almaviva annuncia 2.990 esuberi

Almaviva annuncia 2.990 esuberi

Share

Una mannaia sul settore dei call center. Almaviva Contact ha annunciato un piano di riorganizzazione aziendale con riduzione del personale. I tagli possono arrivare fino a un massimo di 2.990 persone nelle sedi di Roma (fino a 920 persone), Napoli (fino a 400 persone) e Palermo (fino a 1.670 persone).

È il 6% del personale del gruppo a livello globale (50mila). Ma si comprende bene che, se rapportato ai lavoratori in Italia, la percentuale sale al 30 per cento. Dietro a questa decisione ci sono numeri che pesano come macigni, frutto di una crisi strutturale che per l’azienda ha significato perdite per 16 milioni in 2 anni.

Scattano ora i 75 giorni di legge per il confronto. I lavoratori palermitani si sono organizzati per un presidio permanente. Destinatario degli appelli è soprattutto il Governo che da parte sua ha convocato un tavolo mettendo a disposizione gli ammortizzatori, ma soprattutto ha ribadito la voglia di dare una sterzata al settore anche inasprendo le sanzioni per chi delocalizza.