Migranti. Cisl e Anolf Lazio: Più finanziamenti a politiche inclusione. Facciamo appello alla Regione

Migranti. Cisl e Anolf Lazio: Più finanziamenti a politiche inclusione. Facciamo appello alla Regione

Share

“Il tema dei finanziamenti non e” mera contabilita” e non e” secondario. La Regione Lazio spende 2,3 mld per spese correnti di cui solo 140 mln per politiche sociali: al netto dei trasferimenti statali, investe meno di Emilia e Toscana per l”inclusione sociale. Quindi, visto che nel 2016 e” stata approvata una nuova legge sulle politiche sociali ci attendiamo, rispetto anche alle dichiarazioni di Zingaretti, almeno 15 milioni in piu” da destinare alle persone piu” fragili. Una regione veramente solidale deve fare fatti concreti, non chiacchiere. Le risorse europee, a partire da quelle che derivano dal Fondo sociale europeo, devono essere impiegate meglio, e la Regione deve farsi promotrice di un piu” forte coordinamento interistituzionale, inserendo il sindacato confederale nel Tavolo sull”immigrazione con Prefetture e Anci. Serve un deciso rafforzamento dei Consigli territoriali per immigrazione, all”interno di un Patto territoriale per emersione dal lavoro nero, che coinvolga i sindacati confederali e di categoria, le istituzioni, organi di controllo, le rappresentanze sociali e le associazioni. La legge sul caporalato apre uno scenario nuovo, pieno di prospettive. Il tempo degli alibi e” finito. Occorre agire”. Lo ha dichiarato Andrea Cuccello, segretario generale Cisl Lazio, in occasione del convegno organizzato dalla Cisl e dall”Anolf del Lazio intitolato ”Oltre le frontiere delle emergenze. Gli immigrati nel Lazio: integrazione e opportunita””.

(LZ) (DIRE)