Sanità, Sindacati: Accordo su liste attesa è punto partenza

Sanità, Sindacati: Accordo su liste attesa è punto partenza

Share

“L’accordo sottoscritto oggi non è un punto di arrivo ma un punto di partenza. Siamo soddisfatti ma la strada è ancora lunga. Occorre assicurare maggiore flessibilità del personale così come regolata dagli accordi sindacali e resa possibile da un piano di assunzioni e stabilizzazioni del personale, di una maggiore utilizzazione della strumentazione tecnica con un sensibile aumento del loro utilizzo”. Così in una nota congiunta i segretari generali di Cgil Roma e Lazio, Cisl Lazio e Uil Roma e Lazio, Michele Azzola, Andrea Cuccello e Alberto Civica.

“È necessario dopo una lunga fase dì risanamento dei conti – aggiungono – procedere unitariamente rilanciando la qualità delle prestazioni, riorganizzando i servizi territoriali e puntando decisamente su una nuova regolamentazione degli appalti in sanità. La trasparenza delle agende è un altro tassello che viene messo al riconoscimento della centralità dei cittadini che potranno consultarle direttamente ottimizzando così il servizio e contribuendo anche per questa via a ridurre i tempi di attesa. Cgil, Cisl e Uil si sono assunte la responsabilità con gli accordi sinora sottoscritti (riduzioni dei ticket sanitari ed abbattimento dell’Irpef) e attraverso la partecipazione al costituendo osservatorio per il miglioramento della sanità nel Lazio. Occorre proseguire il confronto con la Regione su tutte le altre questioni che incidono sulle prestazioni sanitarie per migliorale ma soprattutto per modificare in positivo la percezione che oggi i cittadini hanno della sanità pubblica”.
(OMNIROMA)