EDILIZIA,TURCO (FILCA CISL): BASTA PROMESSE SERVONO INVESTIMENTI

EDILIZIA,TURCO (FILCA CISL): BASTA PROMESSE SERVONO INVESTIMENTI

Share

(OMNIROMA) Roma, 28 Febbraio 2018 – “In questo momento di rinnovamento della classe politica nazionale e regionale, dichiara il segretario generale della Filca Cisl del Lazio, Fabio Turco, crediamo che i cittadini laziali debbano sapere quale futuro gli si prospetti, quali investimenti si vogliano mettere in campo per rilanciare una regione che ha bisogno di stabilità lavorativa e migliore vivibilità. E’ necessario che venga portato a compimento il patto per il Lazio del maggio 2016. Se la formula ripresa dell’economia uguale allo stato del settore edile è ancora valida, allora è necessario che il Lazio assicuri una politica seria sugli investimenti per far ripartire i cantieri. Se riparte l’edilizia si rilancia l’intera economia regionale. Ma bisogna essere realisti e rispettare gli impegni. Non servono promesse, per pensare ad un futuro di sviluppo, chiediamo anche agli imprenditori e agli altri sindacati di essere tutti uniti per chiedere nuove infrastrutture a cominciare dall’autostrada Roma-Latina, la Cisterna-Valmontone, l’Orte-Civitavecchia, la Metro C a Roma. Oggi più che mai è importante avviare le opere già cantierabili. Per rilanciare l’edilizia occorre un piano Marshall con investimenti che possano tradursi subito in cantieri. In questo modo sarà possibile riportare il comparto delle costruzioni ai livelli produttivi ed occupazionali precedenti alla crisi e per creare nuova occupazione. Inoltre chiediamo a tutti i candidati un vero impegno sul tema della sicurezza. Gli incidenti tra i cantieri sono in aumento e nell’ultimo anno 8 operai hanno perso la vita, 35 negli ultimi 5 anni. La sicurezza sul lavoro deve essere un punto cruciale tra i programmi dei candidati. Per la Filca Cisl del Lazio nelle gare di appalto bisogna eliminare il criterio del massimo ribasso ed introdurre quello di congruità. Inoltre occorre introdurre la patente a punti con l’espulsione delle imprese irregolari anche a favore della maggioranza delle aziende che lavorano con serietà ed in sicurezza. Per Fabio Turco va debellata la concorrenza sleale di imprese che evadono i contributi fiscali e previdenziali e serve una white list di quelle regolari. Al prossimo Governatore, chiediamo nuove assunzioni di ispettori per un aumento delle ispezioni, solo con controlli mirati possono diminuire morti ed infortuni ed aumentare legalità, sicurezza, rispetto dei contratti”.
Lo dichiara, in una nota, Il segretario generale della Filca Cisl del Lazio, Fabio Turco.