CUP, AVVIATO TAVOLO TECNICO CON CISL E UIL IN REGIONE

CUP, AVVIATO TAVOLO TECNICO CON CISL E UIL IN REGIONE

Share
(OMNIROMA) Roma, 04 Settembre 2018 – “In data odierna, così come da verbale 31 agosto, si è insediato il tavolo tecnico composto da rappresentanti dell’Assessorato alla Sanità e al Lavoro e dalle organizzazioni sindacali Cisl Lazio, Cisl Fp Lazio, Fisascat-Cisl Lazio e da Uil Roma e Lazio, Uil-Fpl Roma e Lazio, Uil-Trasposti Roma e Lazio. Le parti, nell’obiettivo comune di salvaguardare i posti di lavoro e gli elementi retributivi di tutti i lavoratori, hanno individuato una metodologia di lavoro che vedrà la Regione, già a partire dalle prossime ore, convocare le direzioni generali delle Asl e le ditte subentranti per analizzare le criticità e quantificare puntualmente i differenziali economici nonché gli aspetti organizzativi e i necessari ai servizi aggiuntivi”. Così una nota congiunta di Cisl Lazio, Cisl Fp Lazio, Fisascat-Cisl Lazio, Uil Roma e Lazio, Uil-Fpl Roma e Lazio, Uil-Trasposti Roma e Lazio. 
“Altresì la Regione Lazio – aggiunge – in riferimento alle richieste d’incontro delle organizzazioni sindacali Cisl e Uil di categoria all’Asl Rm 1 ha dato la disponibilità a presenziare tale incontro al fine di trovare soluzione alla vertenza in corso sugli scatti di anzianità. La Regione inoltre si è impegnato su sollecito delle organizzazioni sindacali a posticipare il subentro del nuovo gestore dei servizi Als Rm 3 al 30 settembre 2018. Il confronto proseguirà in data 7 settembre anche alla luce degli elementi acquisiti negli incontri tra Regione, Asl e ditte subentranti. Cisl Lazio, Cisl Fp Lazio, Fisascat-Cisl Lazio, Uil Roma e Lazio, Uil-Fpl Roma e Lazio, Uil-Trasposti Roma e Lazio, sottolineando nuovamente la gravità della situazione in cui versano i lavoratori coinvolti e i potenziali rischi rispetto alla qualità dei servizi ai cittadini, hanno ribadito alla Regione la stringente necessità di concludere positivamente i lavori della commissione tecnica senza ulteriori e inutili dilazioni, nel rispetto dei contenuti e dei tempi del verbale sottoscritto”.
red