LE PRINCIPALI NOTIZIE DI OGGI

LE PRINCIPALI NOTIZIE DI OGGI

Share

Roma 18 Aprile 2019 – La gestione dei rifiuti è un tema di estrema attualità specie nelle grandi città ed “il tema dell’ecoomia circolare è ancora lungi dall’essere affrontato in modo organico. Chiediamo al Governo di fare di più per questo settore”, così Salvatore Pellecchia, segretario generale della Fit-Cisl, nel corso del convegno tenuto ieri a Roma sul tema “La gestione del sistema dei rifiuti tra complessità e sfide future”. “Secondo il consorzio Conai – prosegue Pellecchia sviluppare l’economia circolare in italia può portare quasi 600mila nuovi posti di lavoro, un fatturato di 88 miliardi di euro e un valore aggiunto di 22 miliardi. Bisogna sottolineare anche il fatto che l’Italia può trarre più guadagno dall’economia circolare rispetto ad altri Stati se consideriamo che siamo un paese trasformatore ma con poche materie prime”. 

Ancora polemiche tra Matteo Salvini e la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Ieri il ministro dell’Interno ha parlato di una Roma stupenda che non merita la situazione in cui versa. Ai romani sono tenuto a garantire più poliziotti, sgomberi di palazzi occupati, faccio tutto il possibile per la sicurezza. Ma è una città pulita, organizzata, che funziona, con strade senza buche? Spero che tutti facciano il loro. Una polemica innescata di nuovo nel giorno in cui il vicepremier è stato inserito dalla rivista Time nella classifica dei 100 leader più influenti al mondo 

Le municipalizzate capitoline languono nel baratro finanziario e rischiano di finire in mano ai privati. 1 cittadini criticano aspramente i servizi pubblici giudicati precari e inefficienti. Eppure i compensi che la Giunta Raggi continua a garantire ai vertici delle aziende pubbliche restano decisamente alti. A finire sul banco degli ‘imputati’ sono Bagatti, Amministratore di Ama, e Sansonetti, Amministratrice di Atac. 

II bilancio Acea del 2018, il miglior anno di sempre per la multiutility romana, riceve l’ok degli azionisti e il plauso dei principali soci, a partire dall’azionista di maggioranza, il Campidoglio. A esprimerlo è la sindaca di Roma Virginia Raggi, che incassando i 77,11 milioni di dividendo destinati a Roma Capitale (51%), in assemblea si congratula con i vertici per gli straordinari risultati raggiunti ma anche per la netta discontinuità della gestione rispetto al passato.2018 si è chiuso con un risultato netto di 271 milioni (+50%) e ricavi consolidati per 3,028 miliardi (+8%). L’assemblea ha approvato a maggioranza anche il dividendo pari a 0,71 euro per azione (in pagamento dal 26 giugno 2019, con stacco della cedola il 24 giugno. 

L’amministratore delegato di Acea, Stefano Donnarumma, ha confermato, durante l’assemblea che l’accordo con Open fiber per lo sviluppo della rete di comunicazione a banda larga e l’implementazione di servizi innovativi per la città di Roma sta andando avanti. Nel 2018 abbiamo realizzato 4 mila connessioni e nel 2019 puntiamo a 70 mila utenze connesse.

Forum al “Fatto” con la sindaca sotto attacco leghista “Roma non andrà alla Lega non torneremo al passato” La prima cittadina replica alla direttiva Salvini che scavalca i sindaci con i prefetti: “È solo un pezzo di carta” Non si sbilancia sul rinnovo del mandato, assicura che lo stadio si farà e sui rifiuti chiama in causa Zingaretti. 

Più potere ai prefetti e meno ai sindaci nelle cosiddette zone rosse delle città, ovvero le aree da tenere “libere” da criminali, abusivi, spacciatori e balordi di vario genere. È la nuova direttiva firmata dal ministro Salvini che viene letta come l’ennesimo capitolo dell’offensiva contro la giunta di Roma. 

Possiamo dire che non peschiamo più dal lago di Bracciano che è tornato ad essere quello che era originariamente: un bacino a cui attingere in situazioni di straordinaria emergenza. Virginia Raggi, nel corso del suo intervento all’assemblea degli azionisti di Acea, torna sulla vicenda dell’emergenza idrica dell’estate di due anni fa, chiusa definitivamente nel settembre del 2017 con la fine della captazione di acqua dal lago a nord della Capitale. Di fronte a quell’emergenza Acea, dopo l’insediamento dei nuovi vertici, ha immediatamente avviato un monitoraggio sulle perdite e un vastissimo programma di manutenzione straordinaria che nei mesi successivi ha prodotto una drastica riduzione delle perdite e delle dispersioni, sottolinea la sindaca, con 14 mila interventi di riparazione e 2.100 litri al secondo recuperati. 

Mauro Buschini è il nuovo presidente del Consiglio regionale del Lazio. Il capogruppo del Pd è stato eletto alla quarta votazione con 26 voti, uno in meno dunque dei 27 della somma di centrosinistra e Patto d’Aula: una scheda è stata annullata. Il centrodestra non ha partecipato alla votazione uscendo dall’Aula mentre il M5S ha votato per Devid Porrello (9 voti, c’era una consigliera assente). 

Gli obiettivi della raccolta differenziata nel nuovo contratto di servizi tra Campidoglio e Ama (2019-2021) sono 50% nel 2019, 55% nel 2020 e 70% nel 2021. Ambiziosi visto che la raccolta dei rifiuti differenziati è ferma da un anno al 44%, sull’aumento della percentuale si gioca la necessità degli impianti. 

La crisi dei trasporti pubblici capitolini sembra non avere mai fine. Ieri erano ben 27 le stazioni delle tre linee della metropolitana che avevano impianti fuori uso tra scale mobili e ascensori. Un incubo per i romani ma anche per i turisti in arrivo nelle Capitale per le vacanze pasquali. 

Una green zone molto estesa in tutto il Centro, da oggi – Giovedì Santo – a lunedì di Pasquetta. All’interno poi un’area gialla, di massima sicurezza, con i blocchi stradali attorno al Colosseo in occasione della tradizionale Via Crucis di domani sera celebrata da Papa Francesco. Per l’occasione chiusa completamente l’area fra via Cavour e Circo Massimo. Sono i punti chiave del piano di sicurezza messo a punto dalla Questura per le festività di Pasqua. 

Danni ingenti alle attività commerciali, quantificabili in circa 20 milioni di euro per il migliaio di negozi e pubblici esercizi che gravitano nelle aree intorno alle tre stazioni della metropolitana chiuse per problemi alle scale mobili: piazza di Spagna, piazza Barberini e soprattutto piazza della Repubblica, off-limits dallo scorso 23 novembre, dove le ripercussioni negative sull’economia si ripercuotono anche lungo buona parte di via Nazionale. 

I problemi, sulla linea A, sono quotidiani: da due giorni è fermo e transennato uno degli impianti che dalla fermata metro di Termini porta a piazza dei Cinquecento. Il volume d’affare degli esercizi nelle piazze interessate e nelle strade circostanti è diminuito in media tra il 40 e il 50% – osserva Valter Giammaria, leader romano di Confesercenti – è assurdo che si vogliano ampliare gli orari di chiusura della Ztl del centro storico. 

Tentazione nel M5S: rimettere ai voti la delibera, portata in aula da De Vito, che ha attribuito il pubblico interesse al controverso progetto stadio. Ci stiamo ragionando, c’è questa possibilità, conferma Donatella lorio, grillina, presidente della Commissione Urbanistica. La mossa, di fatto, riavvolgerebbe il nastro a due anni fa.