LE PRINCIPALI NOTIZIE DI OGGI

LE PRINCIPALI NOTIZIE DI OGGI

Share

Roma 20 Novembre 2019 – Una folla di vigili del fuoco arrivati a Roma da tutta Italia ha protestato ieri in piazza Montecitorio per chiedere pari trattamento retributivo, previdenziale e di carriera con gli altri corpi. L’iniziativa, organizzata dal Conapo, insieme alle organizzazioni sindacali Apwf Sindir Vvf e Dirstat Vvf, ha coinvolto centinaia di pompieri per chiedere al Governo il dovuto rispetto nella legge di bilancio e lo stanziamento di risorse finanziarie per la creazione di un fondo economico dedicato specificatamente ad eliminare il divario esistente con gli altri Corpi dello Stato. 

Quella di ieri non è stata l’unica giornata di protesta dei Vigili del fuoco. Il 15 novembre, sempre in piazza Montecitorio e nelle prefetture delle città italiane, i pompieri sono scesi in piazza in una manifestazione unitaria dei sindacati Cgil Cisl e Uil chiedendo al Governo la valorizzazione del proprio lavoro dal punto di vista retributivo e previdenziale, maggiore tutela per gli infortuni e le malattie professionali, un riconoscimento reale delle specificità e dell’alta professionalità, il potenziamento degli organici. Continueremo con quattro giornate di sciopero – dichiara Riccardo Ciofì, segretario generale FNS CISL Roma Capitale e Rieti – iniziando una protesta il 21 novembre dalle 16 alle 20 presso tutte le sedi centrali e distaccate di tutti i comandi del paese. 

Un buon accordo per le autostrade del Lazio. E’ stato siglato con la Direzione Aspi e prevede, per il 5 Tronco di Fiano Romano, la stabilizzazione di 12 lavoratori stagionali, due assunzioni full time e una part time nel settore esercizio e manutenzione, e sei passaggi da part-time a full time. Per quanto riguarda le stabilizzazioni, le prime sei saranno effettuate a dicembre 2019, le restanti a giugno 2020. A queste si aggiungono le precedenti sei del novembre 2018″. 

Le convocazioni per l’assunzione partiranno a gennaio, poi da febbraio i nuovi agenti della Polizia locale di Roma saranno spediti nei quartieri dove la coperta dei “pizzardoni”, oggi, è corta. Tra questi Centocelle, sotto i riflettori per l’escalation di roghi e agguati dell’ultimo mese. Proprio per i raid che hanno distrutto 3 locali la Procura indaga per incendio doloso un tunisino. 

Rifiuti, le scuole confermano: Più assenze per infezioni  L’allarme della Federazione italiana medici pediatri, pubblicato dal Messaggero, trova riscontro nella vita di tutti i giorni di studenti e genitori. Anche Mario Rusconi, presidente dell’Associazione presidi segnala il rischio sanitario a cui sono sottoposti i bimbi delle oltre mille scuole dell’infanzia e primarie che scontano il mancato ritiro della spazzatura fuori dagli ingressi. Abbiamo registra to un aumento delle assenze tra gli iscritti a scuola, afferma. 

L’obiettivo, a breve, è l’Emilia- Romagna. La roccaforte pd da espugnare per infliggere uno scossone, se possibile fatale, al governo giallorosso. Ma Matteo Salvini da tempo ha puntato gli occhi anche sul Campidoglio dove nella primavera del 2021 si decidono le sorti di Virginia Raggi. Per quanto il traguardo sia ancora lontano, conquistare il Comune di Roma per il leader leghista, al di là di chi sarà a suo tempo il candidato, avrebbe un grande significato politico. Dopo le visite nei singoli quartieri, Salvini ora lancia gli Stati generali della Lega a Roma. Il 28 novembre, al teatro Italia (vicino a piazza Bologna) chiama a raccolta i quadri cittadini della Lega, con parlamentari e consiglieri regionali, per mettere a punto i temi su cui si impernierà la lunga battaglia alla sindaca pentastellata. 

Marcello De Vito rientra in Comune dopo nove mesi tra carcere e domiciliari. Il presidente dell’Aula, arrestato lo scorso 20 marzo per corruzione nell’ambitolo dell’inchiesta sullo stadio della Roma, è stato ieri liberato dalla misura cautelare con un decreto del Tribunale: Pur contestando puntualmente le doglianze difensive circa la sopravvenuta carenza di gravi indizi, il pm è favorevole alla revoca della misura tenuto conto del mutato quadro cautelare, è scritto sul documento che dispone l’ immediata liberazione di De Vito pur confermando i gravi indizi emersi soprattutto nelle intercettazioni. 

La Sindaca commenta i dati della classifica stilata da Italia Oggi: Testimonia il nostro impegno. Un passo alla volta ce la faremo. Nei giorni scorsi Italia Oggi, in collaborazione con l’università La Sapienza, ha pubblicato l’annuale classifica sulla qualità della vita nei capoluoghi italiani: Roma è al 76esimo posto. Abbiamo ancora molto da fare ma finalmente, dopo decenni di immobilismo, qualcosa sta cambiando: abbiamo invertito una tendenza che da inizio millennio era negativa e si registrano i primi segni del cambiamento. Lo scorso anno eravamo all’86/mo posto. 

Avrà luogo oggi rincontro tra la sindaca di Roma Virginia Raggi e i capigruppo in rappresentanza delle forze politiche di opposizione. Alla base della discussione, la riforma dei poteri della Capitale. 

Ama conferma la revoca delle linee di credito da parte delle banche, anche se minimizza: Nessun problema, erano inutilizzate da due anni. Ma dalla minoranza crescono le preoccupazioni sul futuro della municipalizzata il cui ultimo bilancio approvato risale al 2016. Dal Pd attacca Giulio Pelonzi: La situazione finanziaria è al limite del collasso. Il blocco delle linee di credito delle banche mette la società capitolina con le spalle al muro. Sono a rischio la gestione dei contratti sul conferimento dei rifiuti e gli stipendi del personale 

Roma ha dinamiche criminali straordinarie, diverse da ogni altra città italiana. Che si tratti di mali antichi come la corruzione o piaghe moderne come il narcotraffico, qui tutto funziona in modo differente. Non è solo l’essere la capitale a determinare questa diversità: contano gli effetti di una crescita urbanistica senza pianificazione, quasi selvaggia, e soprattutto il logoramento del suo tessuto sociale, mai come oggi povero di reddito e di valori. Anche l’ultima speranza di cambiamento, quella che aveva portato al Campidoglio i 5 Stelle, sta tramontando per la cattiva amministrazione. 

Regione, indagato Barillari (M5S) Un maresciallo dei carabinieri (Giuseppe Costantino), un sindacalista (Andrea Paliani) e un consulente finanziario (Alessandro Tricarico) sono finiti ai domiciliari con le accuse di tentata induzione indebita a dare o promettere utilità, corruzione e rivelazione del segreto d’ufficio per aver esercitato pressioni nei confronti dell’imprenditore Christopher Faroni, della Ini spa, che controlla la clinica Città bianca in provincia di Frosinone. 

Dice no alle ronde fai-da-te che qualche negoziante propone, come a Centocelle, perché il controllo del territorio è compito dello Stato, ma i cittadini possono essere attivi e segnalare. E assicura che nel 2020 aumenteranno i presìdi di Polizia e Carabinieri e che saranno finalmente messe in rete 7.200 telecamere, per consentire alle forze dell’ordine un controllo live della città. Il prefetto di Roma, Gerarda Pantalone, dal suo ufficio a Palazzo Valentini, parla della situazione che vive oggi Roma, del crescendo di roghi e agguati a Centocelle, delle sparatorie dall’Appio a Cinecittà. 

Lazio, cresce l’export dei farmaci (+64%) Nei primi 6 mesi del 2019 l’industria farmaceutica nel Lazio traina l’export che cresce del 64% rispetto al 2018 e fa vendere medicine per 9,1 miliardi all’estero. I dati sono emerso ieri in Senato nel corso di un incontro organizzato dalle 13 case farmaceutiche a capitale italiano (Fab 13), aderenti a Farmindustria. 

Vogliamo le sardine anche a Roma ed ogni città o paese d’Italia per fermare i razzifascisti. L’appello social vola e così in poche ore migliaia di persone si sono iscritte in un gruppo Facebook “Sardine di Roma” aperto ieri mattina e promettono di uscire presto dal web per scendere in piazza: c’è chi propone piazza del Popolo e chi piazza San Giovanni per per lavarla dall’orda fascista che l’ha insudiciata il 19 ottobre. Ma luogo e data sono ancora da stabilire. La rivincita delle tenaci sardine passa dunque anche per la capitale. Dopo i settemila “pesciolini” stretti stretti ma, insieme, potenti, in piazza nelle città dell’Emilia, si espandono anche da Torino a Bari, da Milano a Firenze. E si uniscono a loro le sardine romane. Si affacciano e cominciano a contarsi nella pagina Fb lanciata da Stephen Ogongo, giornalista 44enne, originario del Kenya arrivatoItalia per motivi di studio 25 anni fa, già docente all’università Gregoriana, due figlie, e caporedattore di 10 testate del gruppo “Stranieri in Italia”. 

Dallo Spin Time Labs gli studenti di quindici istituti lanciano blocchi e mini-cortei che culmineranno il 29 novembre con il quarto stop globale