Intervista al Segretario Generale Cisl Lazio Enrico Coppotelli sulla costituenda Camera di Commercio del Basso Lazio.

Intervista al Segretario Generale Cisl Lazio Enrico Coppotelli sulla costituenda Camera di Commercio del Basso Lazio.

Share

Roma 21 Gennaio 2020 – La Camera di Commercio del Basso Lazio è una straordinaria opportunità per le province di Frosinone e Latina. Ma certamente non si può affrontare il punto della governance con una logica da derby. Non ha dubbi Enrico Coppotelli, segretario regionale della Cisl. I sindacati esprimeranno un seggio all’interno del prossimo Consiglio. Il designato è Enrico Capuano, segretario provinciale della Cisl a Frosinone. Il ragionamento di Enrico Coppotelli è ad ampio raggio. Dice, sorridendo: Intanto una premessa, così si tranquillizzano tutti: il nostro rappresentante non entrerà in giunta. Per un motivo semplice: parliamo di un organismo che sarà molto simile ad un consiglio di amministrazione. Credo che sia improprio per i sindacati fare parte dell’esecutivo. Per il semplice fatto che magari potremmo trovarci dall’altra parte del tavolo a rappresentare le istanze dei lavoratori. Argomenta poi Coppotelli: Dobbiamo tutti tenere presente una cosa. Le province di Latina e Frosinone, da sole, non potranno mai occupare l’ottava posizione in Italia in nessuna classifica. La Camera di Commercio del Basso Lazio invece sarebbe l’ottava realtà del genere in Italia: un “valore” enorme, che va assolutamente salvaguardato.

Leggi l’intervista integrale del Segretario Generale della CISL del Lazio, Enrico Coppotelli, su Ciociaria Oggi