FASE 2: CONFRONTO DEL PRESIDENTE REGIONE LAZIO ZINGARETTI CON LE PARTI SOCIALI. IL COMMENTO DI ENRICO COPPOTELLI, SEGRETARIO GENERALE CISL LAZIO

FASE 2: CONFRONTO DEL PRESIDENTE REGIONE LAZIO ZINGARETTI CON LE PARTI SOCIALI. IL COMMENTO DI ENRICO COPPOTELLI, SEGRETARIO GENERALE CISL LAZIO

Share

Roma 14 aprile 2020 – L’incontro odierno con il presidente della regione Zingaretti è stato abbastanza positivo, soprattutto perché ci dà un orizzonte temporale, quello della fase 2, che dovremo affrontare. Dalla crisi alla ripartenza, è stato il monito che la Cisl del Lazio ha dato al tavolo di oggi, soprattutto perché, in questa fase, gli ulteriori giorni di fermo produttivo ci daranno modo di ragionare in maniera puntuale sulla fase della ripartenza. Al tavolo abbiamo fatto notare che per noi è imprescindibile il tema della sicurezza per le lavoratrici e i lavoratori all’interno dei luoghi di lavoro, perché non vorremmo che in questa fase di profonda crisi si prediligesse l’economia e il profitto alla salute delle persone. Ed è per questo che abbiamo preso l’impegno con Zingaretti di poter stipulare protocolli d’intesa sulla scorta di quello sottoscritto lo scorso 14 marzo, che diventa ‘erga omnes’ nei contenuti secondo il legislatore, e che può essere per noi un punto di riferimento fondamentale per quello che dovrà essere la fase di contrattazione all’interno delle imprese. Contrattazione che, secondo noi, deve essere fatta in maniera puntuale e precisa perché soltanto le rappresentanze sindacali all’interno dei luoghi di lavoro hanno la cognizione migliore possibile di quelle che sono le condizioni di sicurezza massime che si possono avere per il dopo Covid. E’ ovvio che con il Covid si dovrà convivere finché non ci sarà un vaccino, e sarà per noi fondamentale riuscire ad avviare questa fase di contrattazione all’interno dei luoghi di lavoro con il tema imprescindibile della sicurezza. Sulla parte relativa alla ripartenza, abbiamo detto che per noi una sanità efficiente è imprescindibile così come lo sono delle reti telematiche efficienti, insieme al tema della green economy affrontata con quello delle autorizzazioni ambientali. Il tavolo si riaggiornerà in maniera costante e continua e possiamo sicuramente darne un giudizio abbastanza positivo.