FASE 3: IN 230 MILA SENZA LAVORO E SENZA AIUTI

FASE 3: IN 230 MILA SENZA LAVORO E SENZA AIUTI

Share

Repubblica 8 giugno 2020 – Così non va. Aumenta il numero dei nuovi invisibili che hanno perso il lavoro dopo tre mesi di emergenza Covid, o che sono ancora in cassa integrazione, e ancora non hanno ricevuto lo stipendio da marzo. E sono a casa in attesa del 30 agosto quando finirà il blocco dei licenziamenti imposto dal governo. Ma poi? L’allarme arriva da Cgil, Cisl e Uil che mercoledì presenteranno un piano per la Fase 3 a Roma e nel Lazio. La parola d’ordine è avviare nuovi investimenti pubblici in sinergia con il privato secondo il modello Keynes.  Enrico Coppotelli segretario generale Cisl Lazio spiega che il piano punta anche sull’economia circolare: È un asset per la manifattura: i rifiuti possono diventare materie prime. Sarà centrale la formazione e il ruolo della Regione: bisogna creare nuove opportunità.

Leggi la Repubblica Cronaca di Roma dell’8 giugno 2020 con le dichiarazioni del Segretario Generale della Cisl Lazio, Enrico Coppotelli.