LE PRINCIPALI NOTIZIE DI OGGI

LE PRINCIPALI NOTIZIE DI OGGI

Share

Roma 4 dicembre 2020 – La Cisl del Lazio ha elaborato una ricerca sulle condizioni di vita e di lavoro delle persone con disabilita ai tempi del Covid 19. Uno studio che si è svolto nel periodo dal dal 5 ottobre al 6 novembre e che si concluderà nel mese di gennaio, come annuncia il segretario generale Enrico Coppotelli. «Abbiamo posto alle persone con disabilita una serie di domande sulle informazioni anagrafiche, sul vissuto personale sulla situazione lavorativa, spiega Coppotelli. Lo spaccato emerso ci trascina In un mondo dove L’utilizzo della tecnologia, i servizi di assistenza ben fatti, il funzionamento corretto dei mezzi di trasporto possono fare la differenza rendendo la vita di queste persone qualitativamente migliore».

Oggi Paolo Gerometta, da ieri sera nuovo comandante generale della polizia municipale, sarà ancora al Comitato in Prefettura e da domani sarà chiamato subito a gestire le misure anti-assembramento. «Sono pronto, lo sono anche i vigili urbani».

Sotto l’albero di Natale, all’Ama, per cinque super manager non ci saranno soltanto spumante e panettone. Per loro è previsto anche un aumento di un terzo dello stipendio e la nomina a direttore-dirigente di prima fascia. Il tutto mentre l’azienda aspetta ancora dall’azionista il via libera agli ultimi bilanci dall’azionista (il Comune) e , soprattutto, al piano di risanamento della municipalizzata, dove c’è una richiesta di ricapitalizzazione al Campidoglio di circa 90 milioni di euro per evitare il fallimento.

La Regione lavora per mettere a punto il piano vaccinale anti-Covid nel Lazio: sono stati acquistati 80 frigoriferi da 800 litri per conservare il vaccino della Pfizer. I refrigeratori saranno consegnati a 15 ospedali della Regione, otto dei quali a Roma. A gennaio attesa una prima tronche di 170-180 mila dosi. «Andranno in prima battuta agli operatori sanitari e agli ospiti delle Rsa», ha spiegato l’assessore D’Amato.

Per sopperire a tutti quegli interventi chirurgici programmati e a bassa complessità saltati per l’emergenza Covid, scendono in campo le cliniche private che mettono a disposizione le loro sale operatorie: al via dalla prossima settimana. Intanto ieri i Covid positivi sono stati 1,769 e 38 i decessi.

Per i medici di base rimasti a secco (e soprattutto per i pazienti in attesa da settimane), da lunedì sono in arrivo 100 mila dosi di vaccino antinfluenzale. Lo ha annunciato ieri l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, il quale ha comunicato che uno dei grandi fornitori, la ditta francese Sanofi, ha finalmente programmato l’arrivo degli antidoti. Come raccontato dal Messaggero, alcuni documenti delle Asl romane a avevano svelato che«un grosso lotto» proprio della Sanofi era rimasto bloccato all’estero, dopo i controlli dell’agenzia del farmaco francese.

La provincia di Roma con oltre 1300 positvi ha raggiunto, ieri, il record italiano di contagi. E intanto le terapie intensive arrivano alla soglia critica del 40% di occupazione.

Raggi ingaggia l’ex europarlamentare M5S Dario Tamburrano: stipendio 55mila euro lordi l’anno, avrà il compito di mettere l’esperienza maturata a Bruxelles in cinque anni (2014-2019, eletto con 24mila voti) a disposizione dell’assessora ai Rifiuti, Katia Ziantoni; e di redigere il documento finale del piano di azione per energia sostenibile e clima anche se mancano appena sette mesi alla fine della consiliatura. Nel 2019 Tamburrano non è stato rieletto alle europee nonostante 14mila preferenze, un pacchetto di voti di cui adesso potrebbe beneficiare Raggi in vista delle comunali 2021.

Utilizzare i fondi europei per l’emergenza post-Covid per rendere il Tevere navigabile dalla foce al centro della città. Con imbarcazioni ecosostenibili e approdi anche per le navi da crociera. È l’ambizioso progetto presentato dalla sindaca Virginia Raggi tramite la Città metropolitana e sostenuta dal sottosegretario ai Trasporti, Roberto Traversi: l’intento è presentare al governo il piano con la richiesta di 300 milioni di fondi da reperire tramite il Recovery Plan – o Next Generation EU creato dall’Unione europea per sostenere la ripresa dopo la crisi economica dovuta alla pandemia.

La nomina di un generale dell’Esercitela capo dei vigili urbani deflagra nei ranghi della Municipale di Roma. La decisione di assegnare a un esterno la guida della polizia locale, rischia di tradursi in uno sciopero delle multe.

Da quartiere residenziale a quartiere cassonetto. E lì dove il piano di zona individuava la realizzazione di un plesso scolastico – nido, materna, elementare e media – adesso il Campidoglio intende creare un centro di raccolta dei rifiuti. Un cambio di rotta del inaspettato che non va giù ai cittadini del Comitato di quartiere Torresina, pronti a scendere in piazza per protestare.

Illegittimo e pure costoso. Così, l’Antitrust boccia il servizio di illuminazione pubblica della capitale, quei 189 mila punti luce in città gestiti da Acea, la multiutility quotata in borsa del Comune di Roma di cui il Campidoglio detiene il 51%. Per chiarire il concetto, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ripete i due aggettivi cinque-sei volte nelle sette pagine di parere consegnato alla sindaca Virginia Raggi che aprono un fronte nuovo per la giunta M5s da affrontare con una certa rapidità.

Un’Amministrazione comunale così da circo delle pulci non si era mai vista: i! Ponte dei Congressi – opera che Paolo Berdini prima e Virginia Raggi poi hanno artificiosamente identificato come fondamentale per lo Stadio della Roma di Tor di Valle – sarà pronta, forse, per il 2028. L’annuncio arriva dal vicedirettore generale del Comune, Roberto Botta, in audizione in Commissione Lavori pubblici. Il Ponte è stato ideato da Risorse per Roma a inizio anni 2000, inserito di fretta e furia dal Governo Renzi fra le opere da finanziare con soldi pubblici nel 2014, annunciato più volte come imminente ma sempre rimasto un pezzo di carta buona solo per gli annunci di sindaci e assessori.

Le scuole riaprono il 7 gennaio e le lezioni in presenza sono garantite al 75%. Dopo le anticipazioni del premier Giuseppe Conte, il Dpcm darà anche le coordinate dell’operazione rientro sotto il profilo dei trasporti: deciderà il prefetto. 

.