Automotive, nella regione un distretto per il Sud Europa: Il segretario Cisl Coppotelli: «Priorità a ricollocare i lavoratori colpiti dalla crisi post-pandemia»

Automotive, nella regione un distretto per il Sud Europa: Il segretario Cisl Coppotelli: «Priorità a ricollocare i lavoratori colpiti dalla crisi post-pandemia»

Share

L’Inchiesta 29 aprile 2021 – I Sindacati e le principali Associazioni Datoriali di Roma e del Lazio (Agci Lazio, Cna Lazio, Confcooperative Lazio, Confesercenti Roma e Lazio, Federlazio, Legacoop Lazio, Unindustria Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo e i sindacati Cgil, Cisl Uil del Lazio) hanno condiviso un documento programmatico per definire azioni concrete in risposta alla critica fase attuale e avviare un confronto istituzionale, in primo luogo con la Regione Lazio. Il documento e’ frutto del dialogo fra le forze sociali ed economiche sviluppatosi nell’ambito del Laboratorio Economico e Sociale Ecoslab, promosso dal Consiglio Regionale Unipol (con il supporto del think thank Rur) ed e’ aperto ad ogni ulteriore convergente apporto. «In una situazione complessa e inedita collegata alla pandemia in corso e’, infatti, importante realizzare la massima convergenza fra i protagonisti istituzionali, dell’impresa e del lavoro. Questo è il primo passo di un auspicabile percorso comune verso un nuovo Patto per il lavoro, lo sviluppo, la sostenibilita’ e la resilienza del sistema regionale», spiegano. Cinque linee d’azione – evidenzia Enrico Coppotelli, segretario generale della Cisl Lazio – per un programma partecipato e impegnativo: «Muovendosi dalle diverse analisi e proposte formulate negli scorsi mesi dalle singole organizzazioni aderenti, il documento descrive cinque macro-obiettivi su cui si e’ registrata una importante convergenza delle forze sociali e imprenditoriali».

Leggi qui sotto  l’intervista del quotidiano L’Inchiesta al Segretario Generale della CISL del Lazio, Enrico Coppotelli.