Archivio dei tag Sciopero

Federdistribuzioni, Cisl: Sabato sciopero contro mancato rinnovo contratti

Share

(OMNIROMA) Roma, 26 Maggio 2016 – “Sabato prossimo, 28 maggio, i lavoratori e le lavoratrici dipendenti da aziende che aderiscono a Federdistribuzione, incroceranno le braccia per protestare contro il mancato rinnovo del contratto nazionale del lavoro. Ci saranno manifestazioni e volantinaggi in tutta Italia, mentre a Roma i lavoratori manifesteranno, alle ore 11.30, davanti a Bocca della Verità. Una iniziativa necessaria, che noi sosteniamo fortemente, perché è inaccettabile che, nonostante 28 mesi di trattative e due giornate di sciopero, Federdistribuzione continui ad alzare la posta presentando proposte che rappresentano un’offesa ai sindacati e uno schiaffo ai lavoratori e alle lavoratrici”.
Così, in una nota, Carlo Costantini, segretario generale della Fisascat Cisl Roma e Lazio, Paolo Terrinoni, segretario generale della Cisl di Roma Capitale e Rieti e Andrea Cuccello, segretario generale della Cisl del Lazio.
“Non si può sottostare al ricatto del ‘prendere o lasciare’. E non si può ricevere una proposta che offre aumenti salariali notevolmente inferiori rispetto a quelli ottenuti dalle aziende che aderiscono a Confcommercio (si parla di circa 1200 euro in meno in tre anni), a fronte di un aumento delle richieste di maggiore flessibilità dell’orario di lavoro, maggiori aperture al demansionamento e alle deroghe al contratto nazionale in caso di crisi, senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali. Tutto questo è inaccettabile. Senza se e senza ma. Noi siamo vicini a tutti i lavoratori coinvolti e non ci fermeremo”.

SANITÀ, SINDACATI: DOMANI SCIOPERO ADDETTI PULIZIE OSPEDALI, SIT IN A REGIONE

Share

Roma, 30 Novembre 2015 “Domani 1° dicembre i lavoratori dei settori delle pulizie, delle lavanderie industriali, gli operatori che si occupano da sanificazione delle sale operatorie e della sterilizzazione dei ferri chirurgici nelle strutture ospedaliere e nelle Asl del Lazio incroceranno le braccia in segno di protesta contro i tagli che si stanno abbattendo sulla sanità laziale e manifesteranno con un sit in sotto la Regione Lazio. La protesta è stata indetta per chiedere un confronto riguardo all’ulteriore taglio del 5% sugli appalti del settore per effetto della legge 125/2015: un taglio che avrà forti ripercussioni non solo sui lavoratori coinvolti ma anche sui servizi, e la qualità degli stessi, erogati alla cittadinanza. Così in un comunicato unitario, Cgil Cisl Uil Lazio e le rispettive categorie del commercio e servizi, dei trasporti, dei chimici e della funzione pubblica. In un settore come quello sanitario, già messo in ginocchio da tre anni di tagli e spending review lineari, questo ulteriore attacco alla sanità pubblica avrà conseguenze dirette e durissime anche sui lavoratori, almeno 10mila gli addetti diretti coinvolti nel Lazio, che già stanno subendo tagli di orario, di stipendio, con molti di essi già coinvolti dai contratti di solidarietà – prosegue – Quello che deve essere chiaro, però, è che questa ulteriore sforbiciata, la terza in tre anni, non è una riduzione degli sprechi ma solo l’ennesimo taglio lineare dei servizi. Per questi motivi domani i lavoratori protesteranno sotto la Regione Lazio, in Piazza Oderico da Pordenone, a partire dalle ore 9 e chiederanno l’immediato ritiro del provvedimento o, in alternativa, di aprire un confronto serio di analisi del settore. Diversamente la mobilitazione andrà avanti con ulteriori sit in e manifestazioni”.